Serse Zeli vince a Monza la prima gara del Time Attack Italia 2018

29/05/2018 - L'edizione 2018 della Time Attack Series comincia nel segno di Serse Zeli. Il pilota svizzero, vicecampione in carica, ha conquistato la vittoria assoluta nell'appuntamento di apertura sul circuito di Monza disputato domenica 27 maggio. Al volante della sua spettacolare Mitsubishi Lancer Evo X, arricchita in questi mesi di ulteriori evoluzioni tecniche, Zeli ha ottenuto il miglior tempo in 1'55"868 già durante il primo turno cronometrato del mattino.

Il format dell'evento sull'autodromo brianzolo prevedeva che tutte le sessioni fossero utili a stabilire la classifica finale: la prestazione di Zeli è rimasta imbattuta per il resto della giornata, anche se nel Turno 2 era arrivata la risposta di Piero Randazzo in 1'57"390, che con la sua Lotus Exige si è preso la seconda posizione.
È maturato invece nel Turno 3 il crono con cui Andrea Gazzetti, campione 2017, si è aggiudicato in 1'58"687 il terzo gradino del podio assoluto. Alle loro spalle, nella graduatoria combinata, Roberto Govoni, Roberto Romani, Giorgio Napolitano, Manuel Gadeschi, Giovanni Rivolta, Diego Locanto e Stefano Guerra che completa la top 10.

L'arrivo di un'intensa pioggia, accompagnata persino dalla grandine, nel pomeriggio ha purtroppo costretto la direzione gara a cancellare il Superlap, l'attesissimo turno conclusivo in cui i concorrenti, uno dietro l'altro, sono chiamati a effettuare tre giri veloci per l'ultimo assalto al best lap. La graduatoria di giornata, omologata di conseguenza al termine del Turno 3, ha decretato anche i vincitori delle singole classi, che testimoniano l'ampia varietà delle vetture ammesse al via.

A Zeli è andato anche il successo nella categoria Extreme 4WD, davanti a Giorgio Napolitano (Mitsubishi Lancer EVO VIII) e Manuel Gadeschi (Subaru Impreza), mentre a Randazzo quello nella Extreme 2WD precedendo Andrea Gazzetti (Lotus Exige V6) e Roberto Govoni (BMW 320is).
Diego Locanto (Porsche 991) si è imposto fra le Supercar seguito da Carlo Manetti (Porsche 991) e Pierantonio Macola (Porsche 930). Simone Barri (BMW 335) ha trionfato nella Pro 2WD, con Alan Simoni (Honda NSX) e Matteo Pollini (Porsche 996 GT3) al secondo e terzo posto.

Giulio Fanton (Mitsubishi Lancer Evo IX) è stato il vincitore nella Street 4WD davanti a Diego Lucini (Mitsubishi Lancer Evo IX) ed Adriano Piras (Volkswagen Golf R), Marcello Colnaghi (Mini Fast Garage) nella Pocket Rocket TB davanti a Diego Grassi (Peugeot 106 Turbo) e Rino Gabucchi (Abarth Punto).

Dominio delle BMW M3 E46 nella classe Street RWD, con Dino Cicala primo nel confronto con Lele Rusca e Davide Magnani, mentre Pietro Bacchi (Honda Civic) ha vinto la classe Super 2000 davanti a Gian Lorenzo Moretti (Renault Megane) e Riccardo Calcaterra (Honda S2000). Stefan Raffeiner (Ford Focus RS) si è aggiudicato la classe la Steet FWD precedendo Filippo Simone (Honda Civic) ed Alex Rasetta (Volkswagen Golf GTI). Omar Paravati (Honda Civic) ha vinto la classe Street Limited davanti a Cesare Bassanini (Fiat 500) e Valentino La Rocca (Citroen Saxo).

Lorenzo Gariboldi (Citoren Saxo VTS) è stato il vincitore della Pocket Rocket NA su Mauro Buono (Fiat X1/9) e Nadir Da Rold (Citroen Saxo VTS). Antonio Labonia (Legend) ha prevalso nella categoria Proto contro Andrea Santillo. Infine, Pierantonio Macola ha svettato nel trofeo riservato alle vetture storiche con la sua Porsche 930, davanti ad Ennio Zamperini e Mauro Buono.

Ospite d'eccezione per la consegna dei premi, sul sempre suggestivo podio monzese, è stato David Fumanelli, 26enne pilota italiano oggi protagonista della Blancpain GT Series Endurance Cup con la Mercedes AMG GT3 del team Strakka Racing. Nel suo curriculum ci sono anche il secondo posto nell'edizione 2011 dell'Euroformula Open e due stagioni nella GP3 Series.

Da segnalare la presenza fra gli iscritti anche di Riccardo Scarlato, popolare presentatore televisivo di Sportitalia e creatore delle trasmissioni ON-RACE TV e GO-KARTv, che si è cimentato al volante di una Lotus di classe Street RWD.

Il prossimo appuntamento della Time Attack Series, campionato di riferimento in Italia per la caccia al giro più veloce, è in programma il 23 giugno all'autodromo di Adria, per una suggestiva sfida in notturna: lo start sarà alle 17, si concluderà a mezzanotte sotto i riflettori. Informazioni ed aggiornamenti saranno disponibili sul sito ufficiale, sul forum dedicati e sui canali social Facebook, Twitter ed Instagram.

Andrea Scorrano
"Abbiamo cominciato la stagione 2018 con una bella giornata di motori, in un paddock popolato e tanta azione su pista mitica. Faccio i complimenti a Serse Zeli per la vittoria assoluta e a tutti gli altri partecipanti per aver contribuito allo spettacolo visto a Monza. Peccato soltanto per la pioggia che ci ha costretto ad annullare il Superlap, la sessione più emozionante della Time Attack Series, ma sappiamo che anche questo fa parte del motorsport. Adesso torniamo subito al lavoro per la prossima tappa di Adria, correre in notturna renderà tutto ancora più affascinante".