Il Time Attack Italia riaccende i motori: scatta a Misano la decima edizione

08/04/2022 - E' il clima frizzante della riviera romagnola ad accogliere i protagonisti del Time Attack Italia, pronti per dare vita alla decima edizione dell'adrenalinica caccia al giro veloce. Sul tracciato 'Marco Simoncelli' di Misano Adriatico, la serie organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano riaccende i propri motori in vista di una stagione che promette scintille, grazie ad una sfida che andrà in scena sui principali autodromi italiani e non solo, visto l'inserimento in calendario anche della tappa austriaca al Red Bull Ring.

Dopo la conquista del quarto alloro consecutivo da parte dello svizzero Serse Zeli al termine dell'annata 2021, sono numerosi gli spunti d'interesse che tengono banco alla vigilia della nuova stagione: un parterre di concorrenti sempre più competitivo, un format che conserva la propria spettacolarità pur subendo alcune lievi modifiche, il tutto senza dimenticare l'eccellente copertura mediatica e la possibilità di poter tornare ad accogliere i fans negli autodromi.

Per la decima edizione della fortunata serie tricolore, caratterizzata nel corso degli anni da un successo sempre crescente in termini di popolarità ed iscrizioni, lo staff diretto da Andrea Scorrano non ha lasciato nulla al caso: la filosofia della competizione resta improntata a garantire il massimo divertimento per i piloti in pista nelle migliori condizioni di sicurezza, in linea con i principi che storicamente hanno animato questa disciplina ideata in Giappone. Anche quest'anno, ad accompagnare la serie tricolore ci saranno i protagonisti del campionato GT3isti Challenge, pronti a regalare spettacolo con le Porsche in versione stradale e racing.

IL FORMAT DI GARA - Dopo lo svolgimento dei turni di prove libere, in programma Sabato 9 Aprile, la sfida con il cronometro andrà in scena nella giornata di Domenica 10 Aprile. In programma un doppio round di gara: il primo distribuito su due turni separati (in cui verrà preso in considerazione il miglior tempo fatto registrare ciascun pilota per determinare la classifica), mentre il secondo sarà costituito dall'adrenalinico Superlap, ovvero il confronto finale che andrà a chiudere l'evento. Rispetto alla precedente edizione, da sottolineare che anche le classi Limited utilizzeranno un format del tutto identico a quello delle classi Time Attack. Per quanto riguarda il campionato GT3isti Challenge, invece, i piloti si sfideranno nell'arco di tre turni, con la classifica scaturita dai due migliori tempi ottenuti nelle differenti sessioni.

I PROTAGONISTI AL VIA - A monopolizzare le posizione di vertice nella classifica generale si candidano i protagonisti delle classi Extreme, riservate alle vetture più performanti del lotto. Nella Extreme Turbo, il campione in carica Serse Zeli (Mitsubishi Lancer Evo X) sarà supportato dalla vettura gemella di Olivia Merlini, con Andrea Gazzetti (Lotus Exige v6) e la new-entry Gualtiero Branco su Ferrari 488 pronti ad inserirsi nella lotta per il successo. Le vetture GT3 della classe Extreme vedranno tra i protagonisti il "veterano" Marco Iacoangeli su BMW z4 GT3, il quale però dovrà guardarsi le spalle dagli attacchi delle Huracàn di Lievore e Brentan, oltre che dalla Mercedes AMG GT3 di Stefano Valli. Occhi puntati anche sulla sfida nella Extreme GT, con le Ferrari 458 Challenge di Roberto Sestini, Stefano Inama e Salvatore Malizia intenzionate a monopolizzare il podio; pronte ad inserirsi nella lotta per il successo le Huracàn ST di Roberto Cerioli, Ignazio Cannavo e del calabrese Lucio Gioffré, al pari delle Porsche 992 Cup di Mario Cordoni e Roberto Rayneri. Presente a Misano nella classe Proto anche Emanuele Russo, al volante di una Ligier JSP3.

Le classi Pro, dedicate a vetture racing con limitazioni e suddivise per cilindrata, vedono nella Pro3700 il campione in carica Massimo Navatta (Ginetta G55) alle prese con avversari del calibro di Alex Rasetta (Golf GTI), Christian Morisco (Audi TT) e le BMW M3 e90 di Alberto e Riccardo Fumagalli. La rinnovata classe Pro3000 vedrà il greco Simon Hatzipantelis (Honda Civic Whity) chiamato al confronto con Mattia Scirè (Honda Civic) e Cesare Bassanini (Fiat 500 Abarth), oltre al nutrito gruppo di Grande Punto Abarth composto da Gasparini, Gagliano, Gabucci, Straqualursi e Tandurella. Fabrizio Sacco, dopo il secondo posto ottenuto lo scorso anno, parte tra i favoriti nella Pro2000 con la sua Citroen Saxo, ma occhio anche a Claudio Arena (Honda Civic k20) e al duo Paris/Romani su Mini r53. Infine, la ProXL vedrà Roberto Romani (Bmw M3 e46 volumetrica) pronto a difendere il proprio titolo dagli assalti delle Subaru Impreza di Manuel Gadeschi e Giuliano Anzelini, oltre che dalla Bmw M3 e92 di Giovanni Falanga.

Le vetture stradali delle classi Street promettono di regalare il consueto carico di adrenalina, grazie alla sfida tra le numerose classi in pista. Dino Cicala si presenta da campione in carica nella Superstreet con la sua Bmw M2 Competition, pronto a vedersela con la Corvette C6 di Walter Belotti ed una serie di temibili avversari: tra di essi Pietro Tedesco e Gerardo Marino (Ferrari 458 Italia), Gianluca Rasile (Ferrari 360 Modena), Riccardo Di Nicola (Lotus Elise SC) e Alberto Bicchierai (Bmw M1). Nella Supercar si rinnova il confronto tra le Dallara Stradali di Andrea Levy e Alexander Stewart, con la Ferrari 488 Pista di Gianmarco Marzialetti e la McLaren 765 di Luca Vergoni tra i principali competitor. La classe Street vede inoltre tra i potenziali favoriti Gianluca Bruschi (Audi TT), Alfredo Allegrini (Mitsubishi Lancer Evo 9) ed Ermanno Bocca (Bmw M2 Competition), insieme ad Aceto (Renault Megane) e Fabrizio Giunta (Seat Leon Cupra).

Format rinnovato per i piloti delle classi Limited, ora accomunati alle altre categorie per quanto riguarda la determinazione delle classifiche finali. La Street Limited vede come di consueto un nutrito gruppo di partecipanti al via: tra i protagonisti più attesi vi sono l'altoatesino Jochen Trettl su Toyota Yaris GR, al pari di Davide Barbariol (ora anch'egli su Yaris GR), delle Golf di Corvetti e Chierichetti e delle Honda Civic Type R di Tonello, Volpi, Canovi e Bona. La divertente Pocket Rocket presenta ai nastri di partenza Lorenzo Baldi (Abarth 124), Danilo Cioffi (Fiat 500 Abarth), Marco Angeloni (Porsche Boxster) e Filippo Curione (Renault Megane). Attenzione anche al confronto nella Super 2000, dove Alessandro Locatelli (Renault Clio RS) proverà a confermarsi campione al cospetto dei rivali rappresentati da Patrick Bonet (Fiat 124) e dalle Mazda MX5 di Andrea Vaccaneo e Daniele Tebaldini.

Andrea Scorrano (organizzatore Time Attack Italia
"Arriviamo da un lungo inverno di lavoro e preparazione, ma finalmente ci siamo! Per il nostro decimo anniversario non abbiamo voluto lasciare nulla al caso, puntando su un campionato in grado di posizionare sempre più al centro dell'attenzione i piloti, la loro sicurezza e le sfide con il cronometro. Come da tradizione, avremo un calendario di grande spessore, nel quale ci sarà anche la gradita novità legata alla tappa austriaca del Red Bull Ring. Siamo convinti che sarà una nuova stagione ricca di soddisfazioni, in compagnia di tutti i nostri partner che ci supportano e degli amici della serie GT3isti Challenge, i quali hanno confermato la loro presenza anche per quest'anno. Rinnoviamo inoltre la pluriennale partnership con Riccardo Scarlato e la sua trasmissione su GO-TV canale 63, grazie alla quale dopo ogni tappa andremo a ripercorrere le immagini più significative delle giornate di gara. Insomma, gli elementi per fare bene anche quest'anno ci sono tutti: ora non resta che lasciare spazio alla pista ed ai piloti!"

La tappa di Misano sarà aperta al pubblico, il quale potrà accedere gratuitamente all'impianto previa esibizione del Green Pass, secondo le normative vigenti.