Il Time Attack Italia pronto per la sfida nel tempio della velocità di Monza

27/07/2020 - Dopo lo spettacolare esordio andato in scena sul Misano World Circuit, il Time Attack Italia è pronto per riaccendere i propri motori in un contesto di grande fascino e prestigio. Sarà infatti l'Autodromo Nazionale di Monza ad ospitare il secondo round stagionale della serie organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano, per una nuova"caccia" al giro veloce che promette un pieno di adrenalina e medie sul giro da record.Il Tempio della Velocità brianzolo vedrà ai nastri di partenza oltre 80 iscritti, ai quali si aggiungeranno anche i 44 partecipanti facenti parte del Porsche Club GT, il campionato promosso dal Porsche Club Umbria e nuovamente abbinato al Time Attack Italia con le sue quattro categorie al via: Goodyear GT3 RS, Panta GT3,Paddock GT e D-Factory Cup.

IL FORMAT DI GARA. Dopo i successi assoluti colti in terra romagnola da Andrea Gazzetti in gara-1 e da Serse Zeli nel Superlap, anche l'appuntamento monzese riproporrà il medesimo e spettacolare format. Le classi Limited(riservate alle vetture prettamente stradali) avranno a disposizione tre turni per comporre la classifica del round, mentre le classi Time Attack(dedicate alle auto più performanti) si sfideranno in una doppia gara, la seconda delle quali nell'ambito dell'adrenalinico Superlap. Ambedue le gare forniranno punti validi per il campionato, al termine del quale sarà possibile scartare i due peggiori piazzamenti ottenuti anche in round tra loro differenti.

I PROTAGONISTI AL VIA. Dopo il round di Misano, in vetta alla classifica assoluta si trovano a quota 180 punti Andrea Gazzetti (Lotus ExigeV6) ed il campione in carica Serse Zeli (Mitsubishi Lancer Evo 10). Tra i due la sfida per il successo sarà valida anche per la classe Extreme TB, nella quale saranno al via anche Giorgio Napolitano (Lancer Evo 8) e Olivia Merlini, per la seconda volta in gara con la vettura gemella di Zeli. Nella Extreme NA, occhi puntati sulla Bmw Z4 GT3 di Marco Iacoangeli (sul podio dell'assoluta nel precedente round) e Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo GT3), mentre Roberto Sestini e Max Mugelli saranno a bordo della Ferrari 458 Challenge.

Tutto da seguire anche il duello nelle classi PRO, con la XL che vedrà Roberto Romani (Bmw M3 E46) tentare di difendere la propria leadership dagli attacchi di Manuel Gadeschi (Subaru Impreza) e Giovanni Falanga (Bmw M3E92), mentre nella Pro 3700 Alan Simoni punterà a confermarsi in vetta con la sua Honda NSX dopo il successo colto a Misano, dovendo però fare i conti con avversari del calibro di Massimo Navatta (Ginetta G55) e Omar Valentini (BMW M3 E46). Nella Pro 2000, Gianluca Reali tenterà di andare a caccia della leadership con la sua Mini Cooper S JCV GP Kit, fronteggiando gli attacchi dell'ucraino Yevgen Rakhmailov (Honda S2000) e della vettura gemella di Giorgio Giox; un compito analogo attende Stefan Raffeiner (ATR) nella Proto, dove è pronto a difendersi dalla Ligier LMP3 di Checco Malvasi e dal poker di Radical composto da Andrea Levy, Marcello Meregalli, Antonio e Manuel Teixeira.

Grande attesa per la classe Supercar, dopo i fuochi artificiali andati in scena a Misano: Danilo Paoletti (Porsche 991 GT3 RS) intende confermarsi in vetta, ma dovrà prestare attenzione alle velleità di successo di Massimo Froio e delle Ferrari 488 Pista di Luca Vergoni e Giammarco Marzialetti. Spettacolo garantito anche nella Superstreet, dove Davide Barbariol (Alfa Romeo 4C) tenterà di confermarsi in vetta alla graduatoria, misurandosi in primo luogo con le ambizioni di rivalsa da parte di Riccardo Di Nicola (Lotus Elise) e Federico Rizzi (Opel Speedster).

In pista anche le classe Street TB con l'accesso confronto tra Roman Ritzman (Toyota GT86Turbo) e Alex Rasetta (Volkswagen Golf GTI), la Street NA che riproporrà il duello al vertice tra Marco Pierantoni (Nissan 370z) e Dino Cicala (BMW M3 E46) e la Street Limited, dove Chrisman (Audi TT) sbarca in Brianza indossando i panni del leader. Le piccole Pocket Rocket vedranno dieci concorrenti sfidarsi sui lunghi rettifili di Monza, con l'attuale leader Valentino Orlandi (MiniGP) pronto a respingere gli assalti delle vetture gemelle di Alessio Cafaggini e Matteo Dedonato, mentre nella Clubman Challenge Luca De Paoli (Mazda MX5) tenterà di bissare il successo colto a Misano.

Infine, il Porsche Club GT promette di riservare grande show nelle sue quattro categorie: dopo il primo round stagionale, in vetta alla classifica si trovano il siciliano Diego Locanto (Goodyear GT3 RS), il ravennate Marco Pellegrino (Panta GT3), quindi Carlo Manetti (Paddock GT) e Luca Pastorelli (D-Factory Cup), assente però nel round brianzolo al pari di Fabio Grilli.

Andrea Scorrano (organizzatore Time Attack Italia): "Siamo contenti di tornare in un circuito ricco di storia e tradizione come quello di Monza, presentandoci ancora una volta con ottimi numeri dopo il positivo round d'esordio a Misano.La ripartenza ci ha regalato riscontri estremamente positivi anche per quanto riguarda l'esperimento della diretta streaming, che sicuramente riproporremo in occasione della seconda parte del campionato. Desidero ringraziare i nostri sponsor per il fondamentale sostegno e anche gli amici del Porsche Club GT, che anche questa volta renderanno il nostro paddock ancora più ricco e variegato. La sfida sarà sicuramente molto accesa in tutte le classi e lo spettacolo non mancherà!".

Dopo la giornata dedicata al Track Day, la caccia al giro veloce scatterà Domenica 26 Luglio con il primo turno a partire dalle ore 9:20, mentre l'adrenalinico Superlap costituirà il gran finale con lo start in programma alle 17:00. In conformità alle normative attualmente vigenti, l'evento di Monza si svolgerà a porte chiuse per il pubblico. Aggiornamenti saranno disponibili in tempo reale sulla pagina Facebook del Time Attack Italia, mentre le telecamere della trasmissione 'OnRace TV' di Sportitalia saranno presenti anche in questa occasione per immortalare i protagonisti impegnati a Monza, in vista dello speciale televisivo dedicato alla seconda tappa del campionato.