Il Time Attack Italia promette scintille sui saliscendi di Imola

11/06/2021 - Occhi puntati sull'autodromo 'Enzo e Dino Ferrari' per la nuova sfida al cronometro del Time Attack Italia. La spettacolare serie organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano sbarca sull'impegnativo tracciato del Santerno per dare vita al terzo appuntamento stagionale, in un fine settimana caratterizzato dalla consueta presenza di grandi numeri al via ed un parterre ricco e variegato di vetture.

Saranno infatti oltre 150 i protagonisti che andranno a caccia del giro veloce lungo i 4909 metri del circuito bolognese, il quale ha recentemente ospitato anche i bolidi del Mondiale di Formula 1 ed è particolarmente amato dai piloti proprio per via dei suoi saliscendi e della sua alternanza tra curvoni veloci e violente staccate. Un banco di prova sicuramente impegnativo per gli amanti del Time Attack Italia, i quali promettono di regalare un week-end adrenalinico che anche in questa occasione sarà trasmesso in diretta streaming sui canali Social del campionato.

Dopo l'emozionante sfida andata in scena nel Tempio della Velocità di Monza, anche in questa circostanza la lotta al vertice per la graduatoria assoluta e le singole classi non verrà a mancare, proprio mentre il campionato si appresta ad affrontare il suo giro di boa. Come di consueto, saranno della partita anche i protagonisti del campionato GT3isti Challenge, pronti a sfidarsi al volante delle rispettive Porsche nelle classi GT3 RS, GT3 4.0, GT3 3.8, Panta GT4 e D-Factory Cup.

A partire con i favori del pronostico vi è sicuramente il campione in carica Serse Zeli, ancora a punteggio pieno in classifica dopo l'en-plein colto sia a Misano che a Monza. Il pilota svizzero dovrà fronteggiare gli assalti della compagna di squadra Olivia Merlini (anch'essa a bordo di una Mitsubishi Lancer Evo X) e del campione 2017 Andrea Gazzetti (Lotus Exige V6 Cup R), suoi immediati inseguitori anche nella graduatoria della Extreme TB. Per quanto riguarda le vetture aspirate della Extreme NA, Marco Iacoangeli punta a confermare la propria leadership al volante della sua BMW Z4 GT3, pur dovendo fare i conti con la Ferrari 458 Challenge di Samuele e Roberto Sestini, distanti solo dieci lunghezze dalla vetta. Tra gli altri esponenti del Cavallino da sottolineare la presenza al via di Salvatore Malizia, Stefano Inama e Franco Destro, mentre non mancherà la rappresentanza delle Lamborghini Huracàn grazie a Roberto Cerioli, Giovanni Brentan, Salvatore Coppola e il duo Jarach-Lievore.

Nelle classi Pro, il greco Simon Hatzipantelis intende consolidare la propria leadership nella Pro 2000 dopo il filotto vincente messo a segno nelle prime tappe del campionato con la Honda Civic Whity; tra gli avversari da battere vi saranno Gianluca Reali (Mini Cooper r53), Fabrizio Sacco (Citroen Saxo) e Luca De Paoli su Mazda Mx5. Nella Pro 3700 si rinnova il confronto tra la Ginetta G55 di Massimo Navatta e le BMW M3 e90 di Riccardo e Alberto Fumagalli, senza dimenticare il possibile inserimento nelle posizioni di vertice di altri protagonisti quali Luca Tronconi (Renault Clio RS Turbo), Alan Simoni (Honda NSX) e Daniel Nagl su Lotus Exige. Dopo il trionfo colto a Monza, Mattia Sciré (Honda Civic VTi EG6) punta alla conferma anche a Imola nella Pro 2800, dovendo fare i conti tra gli altri con Riccardo Garbin (Seat Ibiza Cup), Massimo Padovani (Peugeot 207 RC) e Mirko Gagliano (Punto Abarth). Stesso obiettivo per Roberto Romani (BMW M3 e46) nella Pro XL, il quale dopo la doppietta colta in terra brianzola dovrà vedersela con gli agguerriti Claudio Ciccorossi (Bmw m3 e90), Giovanni Falanga (Bmw m3 e92) e Giuliano Anzelini (Subaru Impreza).

Emozioni garantite tra le vetture stradali delle classi Street: il confronto promette di essere particolarmente interessante nella Street NA, dove Claudio Arena (Honda Civic k20) intende respingere gli assalti di Marco Pierantoni (Nissan 370z), distante solo venti punti in classifica. Non mancheranno però coloro vogliosi di ritagliarsi uno spazio da protagonisti, tra cui Riccardo Calcaterra (Nissan 350z), Giacomo Pinzoni (BMW M3 e46) e Marco Angeloni (Porsche Boxter S). Tra le vetture turbo della classe Street TB sarà invece Chrisman a presentarsi con i favori del pronostico, dovendosi però difendere con la sua Audi TT dalle offensive della vettura gemella di Gianluca Bruschi, della Fiat 500 Abarth di Cesare Bassanini e della Toyota GT86 Turbo di Roman Ritzman. Tutta da seguire la contesa anche nella Supercar, dove vi sarà una nutrita rappresentanza di Ferrari 488 e 458 al via, affidate ai vari Gianmarco Marzialetti, Pietro Tedesco, Luca Vergoni, Gerardo Marino e Luigi Fabii, pronte a sfidare la Nissan GT-R di Emanuele Russo. Dino Cicala (BMW M2 Competition) punta invece a confermarsi al top nella Superstreet, potendo contare su un discreto margine di vantaggio in classifica nei confronti di Alfredo Allegrini (Mitsubishi Lancer Evo X) e Francesco Poletto (Lotus Exige Sport 350).

Per quanto riguarda le vetture di piccola e media cilindrata delle classi Limited, Giulio Fanton si pone come obiettivo quello di confermare la bella prova di Monza, quando era riuscito a svettare a bordo della sua Toyota Yaris GT nella Pocket Rocket precedendo Dario Zampieri (Mazda mx5) e Christian Quagliata (Fiat 500 Abarth). Sfida apertissima nella Street Limited, dove Marco Palmeri (Audi TT) e Luca Franca (Volkswagen Golf GTI) si presentano appaiati in testa alla classifica, mentre nella Clubman sarà Lorenzo Baldi a presentarsi nelle vesti di leader, potendo guardare dall'alto con la sua Abarth 124 la vettura gemella di Marco Corvino e la Mazda MX-5 di Marco Laudi. Infine, nella nuova e interessante Light Car, occhi puntati soprattutto su Davide Barbariol (Alfa Romeo 4c), fresco vincitore di Monza e pronto a contendere il successo alle Lotus Elise di Daniele Torrielli, Riccardo Di Nicola e Simone Pozzovivo.

Tutto da seguire anche il confronto che vedrà in azione i protagonisti della serie GT3isti Challenge, impegnati nel terzo round della serie riservata alle vetture della Casa di Stoccarda e suddivisi nelle classi GT3 RS, GT3 4.0, GT3 3.8, Panta GT4 e D-Factory Cup.

Andrea Scorrano (organizzatore Time Attack Italia): "Imola rappresenta per tutti un appuntamento attesissimo. Il contesto in cui sorge il tracciato è davvero magnifico, e anche quest'anno siamo lieti di poter consentire ai nostri piloti di potersi sfidare nella massima sicurezza su un tracciato che ha scritto pagine importanti nella storia del motorsport. Desidero ringraziare tutti coloro che anche in questa circostanza hanno risposto presente, dimostrando passione e attaccamento allo spirito del Time Attack Italia. Un ringraziamento va inoltre rivolto ai nostri sponsor per il prezioso supporto e ai tantissimi appassionati che, ne sono convinto, anche in questa circostanza ci seguiranno con grande partecipazione nel corso della diretta streaming che proporremo sui nostri canali Social. E adesso...spazio ai motori!"

Il Time Attack Italia trasmetterà il terzo appuntamento stagionale in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del campionato, con il commento affidato a Riccardo Scarlato e Matteo Pittaccio a partire dalle ore 10:45 di Domenica 13 Giugno. Nei giorni immediatamente successivi, verrà inoltre proposto un ampio speciale sulla tappa imolese che andrà in onda sull'emittente nazionale GO-TV Canale 163.