Il Time Attack Italia a Vallelunga per il terzo atto stagionale

20/05/2022 - Continua a pieno ritmo l'emozionante stagione 2022 del Time Attack Italia. Dopo due round ricchi di adrenalina e grandi sfide, andati in scena sui tracciati di Misano Adriatico e Red Bull Ring, la caccia al giro veloce torna protagonista lungo i 4085 metri dell'Autodromo di Vallelunga, in occasione del terzo appuntamento previsto in calendario. La serie tricolore organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano si presenta sul circuito capitolino con un nuovo "sold out" in termini di presenze al via, e con i principali protagonisti delle varie classi pronti a darsi battaglia per aggiudicarsi i punti in palio nel doppio confronto cronometrico in programma, che come di consueto avrà il proprio momento "clou" nel mitico Superlap finale.

Dopo la doppietta conquistata nella tappa austriaca, a presentarsi al comando della graduatoria assoluta è il campione in carica Serse Zeli, forte però di un vantaggio di soli dieci punti nei confronti di Olivia Merlini, quest'ultima al volante dell'altra Mitsubishi Lancer Evo 10. La sfida promette di essere ricca di motivi d'interesse anche nelle singole classi, con confronti incerti ed equilibrati che emaneranno i rispettivi verdetti al termine di un fine settimana che si preannuncia "caldissimo" anche dal punto di vista atmosferico, nel cui ambito non mancherà la consueta e gradita presenza delle Porsche del campionato GT3isti Challenge.

A Vallelunga torneranno in azione i bolidi della classe Proto+, già protagonisti nel round d'apertura di Misano grazie al successo centrato da Emanuele Russo nel Superlap. Proprio quest'ultimo sarà in pista al volante della Ligier JSP3, dovendo respingere gli attacchi della Norma M20 3.0 di Denny Zardo e dell'Osella PA9 3.0 di Giovanni Ambroso.

Tra i principali candidati al successo nella graduatoria assoluta vi saranno anche i protagonisti delle classi Extreme: oltre alla già citata presenza di Serse Zeli e Olivia Merlini (al volante delle Mitsubishi Lancer Evo 10 del team J-Spec Performance), nella Extreme TB ci sarà anche il ritorno del velocissimo Andrea Gazzetti, già campione 2017 a bordo della sua Lotus Exige V6. Nella contesa per il trono della classe Extreme saranno della partita Marco Iacoangeli (Bmw z4 GT3) e le Lamborghini Huracàn GT3 affidate a Giovanni Brentan e Tiziano Lievore, mentre sarà molto agguerrita la sfida nella Extreme GT: al via le Ferrari 458 Challenge di Roberto Sestini, Salvatore Malizia e Stefano Inama, le quali dovranno fronteggiare le Lamborghini Huracàn ST di Roberto Cerioli, Lucio Gioffré e Ignazio Cannavò, quest'ultimo attuale leader nella graduatoria di classe.

La lotta per il successo sarà apertissima anche nelle classi Pro, dedicate alle vetture racing con limitazioni e suddivise per categoria: il mattatore della Pro 3700 Massimo Navatta (Ginetta G55) intende consolidare la propria leadership anche a Vallelunga, pur dovendo fare i conti con uno stuolo di avversari pronti a dare battaglia. Tra di essi le Bmw M3 e90 di Riccardo e Alberto Fumagalli, così come le Golf GTI di Alex Rasetta e Beat Stadler, senza dimenticare Omar Valentini (Bmw M3 3.2) e Maurizio Chignola (Bmw M3 e46); oltre ad essi, saranno della partita Christian Morisco su Audi TT e Ennio Zamperini a bordo della Porsche 930. Si attendono scintille anche nell'affollata Pro 3000, dove il leader Cesare Bassanini (Fiat 500 Abarth) dovrà fronteggiare l'agguerrita concorrenza di Simon Hatzipantelis (Honda Civic Tsolias), Rino Gabucci (Fiat Grande Punto Abarth) e Mirko Gagliano (Punto Abarth); occhio anche ai possibili inserimenti al vertice delle Seat Ibiza Cup di Riccardo Garbin e Thomas Consonni, al pari della Grande Punto Abarth di Dennis Straqualursi e della Fiat Punto di Andrea De Dominicis. Tutta da seguire anche la sfida nella Pro XL tra il leader Giuliano Anzelini (Subaru Impreza), Roberto Romani (Bmw M3 e46 volumetrica) e la wild-card Pietro Giordano su Mercedes c63, così come nella Pro 2000 tra Fabrizio Sacco (Citroen Saxo) e Claudio Arena (Honda Civic K20).

Passando alle vetture stradali delle classi Street, Pietro Tedesco (Ferrari 458 Italia) intende confermarsi protagonista nella Superstreet dopo il successo colto al Red Bull Ring, dovendo comunque fare i conti con le ambizioni della Lotus Elise SC di Riccardo Di Nicola e quelle della new-entry Antonio Pepe su Caterham. Nella Street, Gianluca Bruschi (Audi TT) punta ad ampliare il gap di 30 punti gli consente di guardare dall'alto della classifica Aceto (Renault Megane), con Alfredo Allegrini (Mitsubishi Lancer Evo 9), Gianluca Rasile (Ferrari 360 Modena) e Ermanno Bocca (Bmw M2 Competition) pronti ad inserirsi nella zona podio. Dopo la scorpacciata di successi colta in Austria, Alexander Stewart (Dallara Stradale) punta alla conferma nella classe Supercar, ritrovando la vettura gemella di Andrea Levy, la Lamborghini Huracàn di Ruggero Ravaglioli ed un tris di vetture del Cavallino: la Ferrari 488 Pista di Gianmarco Marzialetti, la 488 GTB di Luigi Fabii e la 458 Italia di Gerardo Marino.

A Vallelunga sarà Andrea Canovi (Honda Civic Type R) a presentarsi nei panni di leader della Street Limited, con l'obiettivo di respingere gli assalti degli inseguitori Jochen Trettl (Toyota Yaris GR) e Giacomo Pinzoni (Bmw M3 e46), mentre Andrea Barbariol (Toyota Yaris GR), Giorgio Chierichetti (Golf GTI) e Ale Coco (Grande Punto Abarth) saranno certamente in grado di ambire ad un piazzamento importante. Dopo la doppietta colta al Red Bull Ring, occhi puntati su Lorenzo Baldi (Abarth 124) nella Pocket Rocket, dove a ricoprire il ruolo di antagonisti ci saranno Danilo Cioffi (Fiat 500 Abarth) e le Renault Megane di Filippo Curione e Giammarco Caponera. A sfidarsi nella Super 2000 saranno Andrea Vaccaneo (Mazda MX5) e Patrick Bonet (Fiat 124), mentre nella Clubman sarà Marco Corvino su Abarth 124 a presentarsi nel ruolo di capo-classifica, con Matteo Nodari (Honda Civic eg6), il duo Tebaldini-Barbariol (Mazda Mx5) e Christian Gariano (Renault Clio RS) a tentare di dargli del filo da torcere.

Andrea Scorrano (organizzatore Time Attack Italia): "Siamo davvero molto felici di tornare in pista a Vallelunga, un circuito che spicca per la sua grande professionalità e che ci ha accolto sempre nel migliore dei modi. Oltre a questo aspetto, vi è naturalmente un tracciato molto tecnico e impegnativo, sul quale i piloti avranno modo di tirare fuori il meglio dalle proprie prestazioni e da quelle delle rispettive vetture. La stagione sta ormai entrando nel vivo e chiaramente nessuno potrà rendersi autore di passi falsi da qui in avanti. Siamo sicuri che sarà un grande divertimento per tutti ed un week-end ricco di emozioni, nel pieno stile Time Attack Italia!"

Dopo la giornata dedicata alle prove libere, Domenica 22 Maggio le attività in pista inizieranno alle 9:00 del mattino e si concluderanno alle ore 19 con il Superlap finale: il pubblico potrà accedere liberamente all'impianto.